Estratto di semi d'uva vs resveratrolo - il confronto dei benefici

L'origine principale dell'estratto di semi d'uva e del resveratrolo è l'uva. L'estratto di semi d'uva si ottiene polverizzando, essiccando, eliminando i semi d'uva dal sapore amaro. A differenza dei semi d'uva, il resveratrolo deriva dalla buccia dell'uva, come quella utilizzata per produrre il vino rosso. Entrambi i composti hanno lo stesso effetto sul corpo umano, ma hanno usi medicinali diversi. Si può consumare l'estratto di semi d'uva per vari scopi di salute rispetto al resveratrolo. Ma prima di ricorrere a qualsiasi terapia, deve prima consultare il suo medico in merito alle possibili interazioni farmacologiche e al dosaggio appropriato.

Estratto di semi d'uva vs resveratrolo a confronto. Immagine dell'uva

Presenza

Il resveratrolo è un composto che agisce come antiossidante ed è presente soprattutto nelle bacche, nell'uva e nelle arachidi. Queste parti dell'uva fermentano per produrre il vino; ecco perché la loro massima concentrazione è presente nel vino rosso. Il vino è la principale fonte alimentare di resveratrolo. D'altra parte, l'estratto di semi d'uva deriva dall'uva intera o dai semi d'uva. Il suo estratto contiene diversi nutrienti, come la vitamina E, i flavonoidi e l'acido linoleico. Infatti, il GSE è la migliore fonte di proantocianidine

Funzioni dell'estratto di semi d'uva rispetto al resveratrolo

Entrambe le sostanze hanno un potente effetto antiossidante sul corpo. Possono eliminare i radicali liberi che danneggiano il DNA e uccidono le cellule del corpo. Inoltre, gli antiossidanti svolgono un ruolo cruciale in diverse patologie mediche, come il cancro, le malattie cardiache e l'invecchiamento. L'attività antiossidante dell'estratto di semi d'uva è dovuta ai complessi di proantocianidine oligomeriche (OPC). Invece, il resveratrolo è una parte della buccia dell'uva, con un effetto antiossidante. Inoltre, il resveratrolo agisce come fitoestrogeno, un composto di origine vegetale, e agisce allo stesso modo dell'ormone estrogeno nel corpo umano.

Effetti dell'estratto di semi d'uva rispetto al resveratrolo

A causa delle azioni simili agli estrogeni e dell'attività antiossidante nel corpo, il resveratrolo è consigliato per trattare diverse malattie. Al contrario, secondo il Centro Medico dell'Università del Maryland, l'attività antiossidante del GSE spiega il suo utilizzo attivo nel trattamento di insufficienza venosa grave, edema, colesterolo alto, ipertensione e cancro. Inoltre, l'estratto di semi d'uva è suggerito per il trattamento della scarsa visione notturna, delle emorroidi, del diabete e per scopi anti-invecchiamento della pelle. Inoltre, secondo il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, i semi d'uva aiutano a trattare l'aterosclerosi, le ustioni cutanee, la stitichezza e diverse malattie gastrointestinali e migliorano la guarigione delle ferite. Tuttavia, studi scientifici non ampiamente accettati supportano il consumo di estratto di semi d'uva e di resveratrolo per trattare o prevenire diverse malattie.

Confronto dei benefici

Entrambi i composti hanno diversi benefici per la salute del corpo umano. Vediamo il confronto dei benefici dell'estratto di semi d'uva rispetto al resveratrolo.

Aiuta a gestire la pressione alta

Diversi studi hanno dimostrato che l'estratto di semi d'uva influisce sulla pressione sanguigna. Una revisione di 15 studi su 800 pazienti ipertesi ha rivelato l'impatto positivo del GSE sull'ipertensione. I risultati hanno mostrato che l'assunzione giornaliera di 100-2000 mg di GSE riduce significativamente la pressione sanguigna diastolica e sistolica di 2,8 mmHg e 6,08 mmHg, rispettivamente.

Uno studio più recente ha rilevato che il consumo giornaliero di 300 mg di GSE per sei settimane abbassa efficacemente la pressione arteriosa diastolica e la pressione arteriosa sistolica di 5% ae 4%, rispettivamente. Invece, il resveratrolo aiuta a ridurre la pressione arteriosa sia sistolica che diastolica nei pazienti ipertesi, aumentando la produzione di ossido nitrico che rilassa i vasi sanguigni.

Supporta le funzioni cerebrali

Diversi studi sull'uomo hanno dimostrato che il consumo di una quantità moderata di vino rosso può prevenire il declino cognitivo grazie all'alto livello di resveratrolo. Inoltre, blocca la produzione di frammenti proteici (beta-amiloide) nel cervello, che portano alla malattia di Alzheimer negli anziani. D'altra parte, uno studio su animali ha dimostrato che l'acido gallico presente nel GSE svolge un ruolo cruciale nell'inibire la produzione di fibrille nel cervello, che porta a diverse malattie cerebrali. Inoltre, il GSE migliora efficacemente le capacità cognitive, prevenendo la perdita di memoria e la formazione di ammassi amiloidi nel cervello.

Potrebbe prevenire il cancro

Molti studi su animali e in provetta hanno rivelato che il consumo di resveratrolo e di estratto di semi d'uva è utile per prevenire diversi tipi di cancro, tra cui il cancro della pelle, il cancro gastrico, il cancro della prostata e il cancro al seno. Il resveratrolo può prevenire il cancro fermando la crescita delle cellule tumorali, modificando l'espressione genica e gli effetti ormonali. Sono necessari ulteriori studi. Allo stesso tempo, la presenza di proantocianidine e flavonoidi nell'estratto di semi d'uva è associata alla riduzione del rischio di cancro. Il GSE è anche efficace nell'aumentare l'effetto di diversi tipi di chemioterapia. Sembra avere un effetto protettivo contro la tossicità epatica e lo stress ossidativo, grazie alla potente attività antiossidante.

Dosaggi

Secondo il Centro Medico dell'Università di Pittsburgh, la dose raccomandata di resveratrolo è di 500 mg al giorno. Per l'estratto di semi d'uva, il Centro Medico dell'Università del Maryland raccomanda una dose giornaliera da 1500 a 300 mg per il trattamento dell'insufficienza venosa cronica e da 200 a 400 mg per il trattamento dell'edema. Può anche consumare da 20 a 200 mg di GSE (estratto di semi d'uva) fino a 3 volte al giorno per aumentare il potenziale antiossidante del suo organismo. Gli estratti di semi d'uva sono generalmente standardizzati per ottenere dal 50 all'85% di proantocianidine. Quindi, prima dell'uso, chieda al suo medico il dosaggio appropriato di resveratrolo o di estratto di semi d'uva.

Effetti collaterali

Secondo il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, l'estratto di semi d'uva può causare un assottigliamento del sangue, rendendolo inadatto a coloro che soffrono di disturbi del sangue o che assumono farmaci anticoagulanti come il Coumadin. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare un risultato definitivo. È quindi importante consultare il proprio medico prima di iniziare a consumare questi integratori.

Conclusione

Sia l'estratto di semi d'uva che il resveratrolo possiedono un'intensa attività antiossidante, che offre diversi benefici per la salute del corpo. Ma prima di utilizzarli, deve consultare il suo medico per conoscere la dose appropriata e prevenire gli effetti collaterali.

Riferimenti

1. https://www.livestrong.com/article/266890-what-is-the-difference-between-resveratrol-grape-seed-extract/


2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5370781/


3. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26568249


4. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4288281/


5. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24157371


6. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24171080


7. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21871550


8. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4588085/


9. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10910967


10. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18586690